Apple Mac mini M1

Ho comprato il nuovo Apple Mac mini M1 per pura curiosità, avendo già un macbook pro 2012, un macbook air 2015 e un macbook pro 2020, dopo aver letto e visto decine di recensioni, quasi tutte positive, ma la cosa che mi ha convinto a provare il nuovo chip è stato provando il nuovo macbook pro M1 con 16 gb di ram, sono stato sconvolto dalla rapidità con cui ha aperto Final Cut, da quel momento è partita la mia immensa curiosità e voglia di provare la nuova “macchina” di casa Apple.

Non sono un tecnico informatico e non entro nei dettagli, mi sono fatto una mia idea usandolo da alcuni settimane, di seguito vi illustro come ho equipaggiato il Mac Mini ed il mio punto di vista sui pro e contro.

Modello di Mac Mini

Ho acquistato sul sito di Apple il modello base di Mac Mini M1

  • Chip Apple M1 con CPU 8‑core, GPU 8‑core e Neural Engine 16‑core
  • 8GB di memoria unificata
  • Archiviazione SSD da 256GB¹
  • Gigabit Ethernet

Periferiche installate

Premetto che l’ho preso solo per curiosità e non volevo spendere molto, proprio per questo ho comprato la versione base, successivamente ho acquistato su Amazon un hard disk esterno SSD Pioneer 3D NAND SSD esterno 240GB in modo di arrivare a 512 Gb, cosi facendo ho risparmiato circa 188,00 € calcolando il prezzo dell’hard disk esterno acquistato a parte, altrimenti sarebbero stati 230,00 € .

Inoltre ho acquistato una wansview Webcam 1080P con Microfono,  altoparlante Sony SRS-XB21 Wireless Portatile, Monitor HP – PC 24fw Monitor 23.8” FHD 1920 x 1080 a 60 Hz, mentre la tastiera e il mouse sto utilizzando quella del mio vecchio Imac 2012, infine per poter posizionare il monitor sopra al Mac mini ho acquistato un supporto per monitor in vetro.

Costi

Totale: 1.184,79

Cosa ho trovato di positivo

La cosa che mi ha notevolmente colpito è la velocità con cui si aprono alcuni programmi tra cui Final Cut, ma il fatto che con solo 8 Gb il Mac mini si accende in un tempo molto inferiore al macbook pro 2020 con processore Intel i5 e 16 Gb di ram mi ha lascia senza parole, il processore M1 è veramente ottimizzato al massimo per i mac e credo che questo sia solo l’inizio, i prossimi chip saranno ancora più veloci e ne vedremo delle belle.

Cosa ho trovato di negativo

Purtroppo non sono tutte rose e fiori, ancora ci sono dei problemi da risolvere in primis la compatibilità con altri programmi, è vero che Rosetta2 fa un bel lavoro con i software che non sono compatibili con i processori M1 ma delle volte non è eccellente, ho riscontrato delle difficoltà con alcuni programmi Adobe non ancora pienamente compatibili anche se stanno lavorando tantissimo per essere al passo con i nuovi Mac.

Altro problema l’ho riscontrato con la mia stampante, una umile HP LaserJet Pro M15a non c’è verso di farla funzionare, mentre la webcam delle volte improvvisamente si oscura, è evidente che ancora ci sono dei problemi con i software dei componenti aggiunti.

Conclusione

Per quanto mi riguarda penso che tutto sommato sia un gran bella macchina con un costo abbastanza contenuto, sicuramente il più basso di casa Apple con una qualità superiore alla norma, se poi avete già  un monitor e le periferiche il costo è veramente al pari di un medio pc dotato Windows.

Sinceramente non lo consiglierei come unico computer visto che al momento ha ancora dei problemi di compatibilità con altri software e questo delle volte è veramente imbarazzante, anche se sicuramente nei prossimi mesi molti più programmi saranno compatibili e allora varrà veramente la pena acquistarlo.