Apple Watch salva l’ennesima vita

Le funzionalità di monitoraggio della frequenza cardiaca dell’Apple Watch salva l’ennesima vita. Come riporta 24 News, il venticinquenne Zachary Zies dopo diverse notifiche ricevute dal suo orologio con cui si avvertiva che la sua frequenza cardiaca a riposo era di 210 battiti al minuto.

Come spiega il rapporto, Zies, un neolaureato della Ohio State University, combatte con l’atassia di Friedreich sin dalla scuola media. L’atassia di Friedreich è un disturbo consistente nella mancanza di coordinazione muscolare.

L’Apple Watch mi stava praticamente dicendo che qualcosa di grave stava succedendo e  di  chiedere aiuto per vedere cosa c’è che non va“, cosi ha detto Zachary Zies, dopo essersi ristabilito grazie agli avvertimenti del suo Apple Watch.